Home » Servizi » Consolidamento pareti rocciose

Consolidamento pareti rocciose

Il consolidamento pareti rocciose controlla il pericolo della caduta massi, mettendo in sicurezza insediamenti abitativi o produttivi o particolari assi viari di montagna e collina.
In territori naturali ad elevato grado di antropizzazione il dissesto idrogeologico può essere causa di gravi danni a cose o persone. Gli eventi climatici estremi, sempre più frequenti nel nostro territorio nazionale, stanno mostrando tutta la fragilità di versanti rocciosi e pendii. Un opera di consolidamento pareti rocciose controlla il pericolo della caduta massi, mettendo in sicurezza insediamenti abitativi o produttivi o particolari assi viari di montagna e collina.

Le tecniche di consolidamento delle pareti rocciose sono divenute nel tempo più sofisticate ed efficaci. Materiali innovativi sempre più resistenti e diversificati permettono di operare in tutta sicurezza anche in areali particolarmente impervi e destabilizzati. Rivolgersi a ditte specializzate nei consolidamenti pareti rocciose che possono vantare una elevata esperienza nel settore è poi la chiave vincente per la buona riuscita dell’intervento stesso.
In primo luogo di fondamentale importanza risulta una accurata ispezione dell’area sulla quale intervenire, individuando, ad esempio, i fattori pedologici e di copertura vegetativa che molto influiscono sulla gravità di smottamenti, frane e cadute di massi e pietre. Infatti, a seconda del grado di pericolosità e del tipo di insediamenti da dovere proteggere differenti risultano gli interventi di consolidamento di pareti rocciose.

Per la messa in sicurezza delle pareti rocciose possono esser utilizzate reti e pannelli a diverso grado di resistenza e complessità strutturale. Prima però di effettuare il rivestimento più idoneo, buona norma vuole che si proceda preventivamente a una pulizia della vegetazione presente in parete e al disgaggio delle parti più friabili e instabili, individuate e mappate in sede di sopralluogo.

Inoltre, tra le moderne tecniche di consolidamento di pareti rocciose si può ricorrere all’uso di un particolare materiale, il geocomposito, capace di migliorare la struttura del terreno e dunque la sua resistenza a frane e smottamenti. I differenti tipi di prodotti in commercio assicurano anche un discreto livello di porosità e assorbimento idrico, capaci di migliorare la funzione drenante del suolo sul quale ci si trova a operare.
 
Richiedi un sopralluogo gratuito
Nome e Cognome* 
Email*  
Telefono* 
Messaggio
Informativa sulla privacy
Dichiaro di aver letto e accettare la privacy* 
Esaminiamo ora brevemente le diverse tipologie di rivestimenti che possono essere utilizzate per gli interventi di consolidamento delle pareti rocciose.

• Rete metallica in aderenza a doppia torsione. Viene utilizzata nei casi di consolidamento semplice e superficiale della parete rocciosa o del pendio in terra a forte pendenza. La funzione di questo rivestimento è quella di accompagnare alla base del pendio vari tipi di eventuali materiali in caduta. A seconda dell’ambiente pedoclimatico e naturale, e della friabilità della parete possono essere utilizzate reti a diverso grado di resistenza e realizzate con differenti materiali (zincate, plastificate, elettrocolorate).

• Pannelli in fune di acciaio o ad anelli. Possono essere semplici o armati. Si utilizzano per la fasciatura e lo stretto contenimento di intere pareti rocciose o loro porzioni particolarmente friabili e che presentato gravi e profonde fratturazioni ad elevato rischio caduta. Possono essere montati in abbinamento ad altre tipologie di imbragature capaci di rafforzare ulteriormente la loro elevata funzione contenitiva, come ad esempio, funi, tiranti, sistemi di chiodatura di ancoraggio o barriere paramassi elastiche.

• Reti ad alta resistenza. In situazioni ambientali particolarmente pericolose per un efficace intervento di consolidamento di pareti rocciose si utilizzano fasciature realizzate con materiali speciali dotati di elevata resistenza alla rottura. Lo spessore delle funi di acciaio che compongono queste reti può arrivare fino ai 4 mm e con resistenza del filo elementare che può superare anche 1770 N/mm² (180 Kg/mm²). Le produzioni oggi in commercio, tutte conformi alle normative europee di settore, presentano, inoltre, elevati livelli di elasticità che consentono un perfetto adattamento alla superficie da contenere. Questa tipologia speciale di reti, infatti, aderisce perfettamente alle pareti come fosse una sorta di seconda pelle.

A seconda delle diverse situazioni ambientali nelle quali ci si trova ad operare questi materiali di copertura possono essere utilizzati in combinazione tra loro e in differenti tratti dell’area da mettere in sicurezza. In natura molto spesso un intero costone di roccia può presentare porzioni dotate di maggiore friabilità intercalate con altre più stabili e meno soggette a rotture e movimenti franosi. Solo l’esperienza e la professionalità di ditte specializzate come Edilizia Alternativa nel consolidamento di pareti rocciose può trovare le soluzioni migliori da adattare al contesto naturale, nel rispetto del minore impatto ambientale possibile. Richiedi subito informazioni al 800035181.