Home » Notizie » ROMA: PARTE IL SUET

ROMA: PARTE IL SUET

Richiedi un sopralluogo gratuito
Nome e Cognome* 
Email*  
Telefono* 
Messaggio
Informativa sulla privacy
Dichiaro di aver letto e accettare la privacy* 

Roma compie passi avanti. Ecco arrivato il SUET, lo Sportello Unico per l’Edilizia Telematico, che è stato presentato ai tecnici e ai funzionari dei Municipi di Roma Capitale lo scorso Maggio presso la Casa dell’Architettura. Forse ancora in pochi sanno di questa nuova attivazione per cui è meglio farne chiarezza.

La nuova piattaforma informatica, a disposizione di cittadini e professionisti, adottata dall’Amministrazione capitolina, è stata istituita per promuovere una maggiore trasparenza dell’attività amministrativae ridurre i tempi di istruttoria, facilitando così il lavoro degli uffici (comunicazioni e delle istanze necessarie per la realizzazione degli interventi edilizi, agevolarne l’istruttoria e monitorarne lo stato d’avanzamento da parte di tutti i soggetti interessati) e garantendo un significativo risparmio in termini economici e di tempo sia per gli utenti che per l’Amministrazione.

L’ATTIVAZIONE DEL  SUET

Il nuovo strumento è frutto della collaborazione tra il Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica e il Dipartimento Innovazione Tecnologica che hanno provveduto allo sviluppo di un sistema in grado di operare in maniera sinergica con la Nuova Infrastruttura Cartografica (NIC), grazie alla quale tutti gli utilizzatori del SUET potranno consultare in maniera immediata la disciplina urbanistica di Roma Capitale. Istituito dal Commissario Tronca, con la Delibera 39 del 31 Marzo scorso, il SUET prevede due fasi per la sua attivazione: entro 45 giorni dall’entrata in esercizio del SUET, attraverso lo Sportello Unico, si potranno presentare tutte le istanze di Comunicazione di inizio lavori (CIL) e di Comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA), che rappresentano il maggior numero di procedimenti in materia presentati all’Amministrazione. Successivamente il sistema telematico sarà esteso a tutte le altre istanze: Segnalazione di inizio attività (SCIA), Denunzia di inizio attività (DIA) e Permesso di Costruire (PdC).

Le fasi di attuazione nascono e si sviluppano nell’ambito di una collaborazione tra i vari Uffici coinvolti, a partire dai Dipartimenti di Roma Capitale più direttamente interessati. All’implementazione e alla gestione del sistema collaboreranno inoltre, grazie a specifici Protocolli d’Intesa, la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, la Regione Lazio per quanto attiene le istanze relative alle aree protette e la Polizia Municipale.

Inoltre, è disponibile on line la modulistica relativa alle istanze di affrancazione dai vincoli relativi al prezzo massimo di cessione e locazione degli immobili realizzati nei Piani di Zona – a fronte del pagamento di un corrispettivo da parte del proprietario dell’immobile a favore dell’Amministrazione Comunale – come stabilito dalla Delibera n. 40 del 6 maggio 2016 del Commissario straordinario.

Ogni anno all’Amministrazione Capitolina vengono presentate mediamente 43.628 istanze relative all’attività edilizia che, con la nascita del SUET, transiteranno definitivamente su piattaforma informatica agevolando notevolmente l’iter dei lavori. Per ulteriori info, tutti i dettagli sono consultabili sul sito di Roma Capitale.