Home » Notizie » DVR: IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DVR: IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

Richiedi un sopralluogo gratuito
Nome e Cognome* 
Email*  
Telefono* 
Messaggio
Informativa sulla privacy
Dichiaro di aver letto e accettare la privacy* 

Negli articoli precedenti vi abbiamo enumerato la serie di documenti obbligatori che una ditta operante su fune deve presentare alla committenza affinché sia verificata la regolarità e la sicurezza dei lavori.

CHE COS’È IL DVR

Dopo aver parlato dell’Unilav, oggi affrontiamo il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro con il DVR, il Documento di valutazione dei rischi che un’impresa ha l’obbligo di redigere dopo aver eseguito una mappatura di tutti i possibili rischi che possono minacciare la salute degli operatori sul luogo di lavoro.

IL DVR NEL TESTO UNICO SULLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

Attraverso il DVR, che è compreso all’interno del Testo unico sulla sicurezza sul lavoro D.Lgs 81/2008, l’impresa ha la responsabilità di documentare e certificare tutti gli accorgimenti necessari, previsti dalla legge, in grado di garantire la sicurezza e scongiurare il rischio di danni non previsti sul luogo di lavoro.

Una volta valutati tutti i possibili rischi che possono verificarsi all’interno di un’impresa si passa all’individuazione delle cosiddette “misure di tutela“, ovvero alla definizione degli strumenti idonei a ridurre la presenza di rischi per gli operatori.

Redigere il DVR è un obbligo che riguarda ovviamente anche le imprese edili e va presentato sia al personale dell’impresa, sia agli enti preposti al controllo e alla vigilanza sui luoghi di lavoro. Il Documento di valutazione dei rischi va stilato entro 90 giorni dall’inizio dell’attività e aggiornato qualora intervengano dei cambiamenti a livello di impresa.

Nel concreto il DVR deve evidenziare i nomi e la firma del RSPP (Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione), del RLS (Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza), del medico competente e del datore di lavoro, e contenere:

– un rapporto sulla valutazione di tutti i rischi per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro, con specificazione dei criteri adottati

– l’indicazione delle misure di protezione e di prevenzione attuate

– la definizione delle misure di sicurezza individuate e ritenute appropriate

– l’indicazione delle procedure da attuare e dei ruoli preposti alla realizzazione delle misure di sicurezza individuate

– l’illustrazione delle mansioni potenzialmente rischiose per i lavoratori