Recinzione con muretto: quale titolo edilizio serve?

Se dovete costruire una recinzione con muretto di calcestruzzo e paletti di ferro, quale titolo edilizio serve? E se il muro di cinta non supera l’altezza di 3 metri, va comunque inserito nel calcolo delle distanze?

Secondo l’orientamento della giurisprudenza dominante, “sono esenti dal regime del permesso di costruire solo le recinzioni che non configurino un’opera edilizia permanente, bensì manufatti di precaria installazione e di immediata asportazione (quali, ad esempio, recinzioni in rete metalliche, sorrette da paletti in ferro o di legno e senza muretto di sostegno), in quanto entro tali limiti la posa in essere di una recinzione rientra tra le manifestazioni del diritto di proprietà, che comprende lo “ius excludendi alios” o, comunque, la delimitazione delle singole proprietà.

Viceversa, è necessario il permesso di costruire quando la recinzione costituisca opera di carattere permanente, incidendo in modo durevole e non precario sull’assetto edilizio del territorio, come ad esempio se è costituita da un muretto di sostegno in calcestruzzo con sovrastante rete metallica o da opera muraria (cfr. fra le tante T.A.R. Puglia, Bari, sez. III, 10/05/2013, n. 714)” (così si legge dal: TAR Lombardia, Milano, Sez. II, 20 maggio 2014, n. 1306; in termini: TAR Puglia, Bari, Sez. III, 15 settembre 2015, n. 1236; cfr. anche Cons. Stato, Sez. VI, 26 gennaio 2015, n. 333; Id., Sez. V, 9 aprile 2013, n. 1922; TAR Umbria, 7 agosto 2013 n. 434; TAR Campania, Salerno, Sez. I, 7 marzo 2011 n. 430).

A ben vedere, quindi, una recinzione costituita da un muretto in calcestruzzo con paletti di ferro a sostegno di una rete metallica necessita di permesso di costruire.

(Fonte www.ediltecnico.it)

Richiedi Preventivo

Numero Verde

800.03.51.81

Contattaci

Scrivi e ricevi risposta entro 8h!

Start typing and press Enter to search