Opere Pubbliche: il finanziamento passa agli oneri di urbanizzazione

Tutte le novità in un emendamento al ddl ‘Fiscale’ approvato in Commissione Bilancio del Senato.

Dal 1° gennaio 2018 i proventi degli oneri di urbanizzazione e delle sanzioni previste dal Testo Unico dell’edilizia (Dpr 380/2001) saranno utilizzati anche per la progettazione delle opere pubbliche.  Questo prevede l’emendamento al disegno di legge fiscale, approvato in Commissione Bilancio del Senato, che va ad integrare quanto già introdotto con la Legge di Bilancio 2017 (L. 232/2016).

Ma cosa prevede la Legge di Bilancio 2017 ?
Che i proventi dei titoli abilitativi edilizi e delle sanzioni, pagate da chi infrange le norme edilizie e urbanistiche, vengano destinati a:
•    realizzazione e manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria
•    risanamento di complessi edilizi compresi nei centri storici e nelle periferie degradate
•    interventi di riuso e di rigenerazione
•    interventi di demolizione di costruzioni abusive
•    acquisizione e realizzazione di aree verdi destinate a uso pubblico
•    interventi di tutela e riqualificazione dell’ambiente e del paesaggio, anche ai fini della prevenzione e della mitigazione del rischio idrogeologico e sismico e della tutela e riqualificazione del patrimonio rurale pubblico
•    interventi volti a favorire l’insediamento di attività di agricoltura nell’ambito urbano.

Si tratta, in definitiva, di spese per effettuare lavori di vario genere, cui l’emendamento al ddl “Fiscale” aggiunge quelle per la progettazione delle opere pubbliche.

Cosa bisogna fare per non cadere in sanzione?
Quando si richiede il permesso di costruire bisogna pagare al Comune un contributo commisurato all’incidenza degli oneri di urbanizzazione e al costo di costruzione.
Tali contributi cambiano da Comune a Comune, mentre le modalità con cui devono essere utilizzati è la stessa in tutta Italia e ha subito diverse modifiche. Inizialmente, infatti, i proventi non potevano essere destinati alle spese correnti, tra le quali c’è ad esempio la manutenzione ordinaria degli immobili pubblici.

(Fonte www.edilportale.com)

Richiedi Preventivo

Numero Verde

800.03.51.81

Contattaci

Scrivi e ricevi risposta entro 8h!

Start typing and press Enter to search